• VISITE SPECIALISTICHE

    INSERIMENTO E RIMOZIONE DI IUD


    Lo IUD (Intra Uterine Device), più comunemente detto “spirale”, è un piccolo dispositivo contraccettivo fatto di plastica e rame o in plastica con un meccanismo capace di rilasciare piccole quantità di ormone, che viene inserito dal ginecologo all’interno dell’utero attraverso il canale cervicale. Questo sistema contraccettivo blocca i movimenti e la sopravvivenza degli spermatozoi nell’utero in modo che essi non riescano a raggiungere l’ovulo e fecondarlo. La spirale inoltre provoca una leggera reazione infiammatoria che modifica il rivestimento interno dell’utero (endometrio) rendendolo inadatto alla gravidanza, impedendo che l’ovulo, nel caso venga eventualmente fecondato, possa impiantarvisi.

    È un sistema contraccettivo subito efficace?

    Sì, ha una durata di circa 5 anni e non necessita di azioni costanti giornaliere o legate all’atto sessuale. Se si vuole scegliere questo mezzo contraccettivo è bene valutare insieme al medico se sussistono le condizioni adatte e scegliere il tipo e la forma più giusta in base al proprio caso. Prima dell’inserimento è opportuno eseguire dei tamponi cervico-vaginali al fine di escludere infezioni che ne sconsiglierebbero l’inserimento. Quest’ultimo viene effettuato dal ginecologo: introdotto in vagina lo speculum per evidenziare la cervice si procede ad applicare uno specifico strumento sul collo dell’utero che renderà possibile l’inserimento dello IUD.

    L’esame richiede una preparazione?

    È opportuno eseguire dei tamponi cervico-vaginali al fine di escludere infezioni che ne sconsiglierebbero l’inserimento. In caso di infezioni, e sulla base dell’antibiogramma, verrà eseguita prima la terapia idonea e l’inserimento dello IUD posticipato al successivo ciclo. In particolare l’inserimento dello IUD, ma anche la sua rimozione, è preferibile che vengano effettuati entro 7 giorni dall’inizio della mestruazione.

    L’esame è doloroso? Ha delle controindicazioni?

    L’inserimento dello IUD comporta un lieve fastidio che viene riferito dalla donna simile al dolore di tipo mestruale. In rarissimi casi si verifica una reazione vagale con variazioni del battito cardiaco e della pressione arteriosa per stimolazione nervosa. Dopo l’inserimento si possono verificare delle perdite ematiche di lieve entità e di breve durata ed è possibile avvertire un po’ di fastidio, in genere passeggero. Il ciclo mestruale potrebbe risultare più abbondante.

    STANDARD DI PRESTAZIONE: 20-30min

     

     

    SERVIZI CORRELATI

    Durante la gravidanza è consigliabile l’esecuzione di almeno tre esami ecografici da effettuarsi rispettivamente nel primo, nel secondo e nel terzo trimestre.


    La terapia anticoagulante viene utilizzata per tenere sotto controllo la fluidità del sangue, in modo tale da mettere il paziente al riparo dal rischio di trombosi (prima causa di morte in Italia) o di emorragia.


    Il Thin-Prep è un test di screening la cui funzione principale è indagare sulle alterazioni delle cellule del collo e della cervice dell’utero.


    Radiologica Romana

    DIRETTORE SANITARIO
    DOTT. MAURIZIO MONTICELLI

    © 2013 - Radiologica Romana S.r.l.
    Tutti i diritti riservati - REA 427743
    C.F. n. 03168260580 - P.IVA n. 01166491009
    Informativa sulla Privacy
    Termini e condizioni

    Credits: Agenzia Web Roma Mandarino adv
    ASSISTENZA ON-LINE