• VISITE SPECIALISTICHE

    VISITA EPATOLOGICA


    La Visita Epatologica è finalizzata alla diagnosi e al trattamento delle varie patologie che possono interessare il fegato, la cistifellea e le vie biliari.

    COME FUNZIONA LA VISITA EPATOLOGICA

    E’ consigliabile sottoporsi a visita epatologica in tutti i casi di transaminasi elevate (spia di patologia epatica). La visita inizia, in genere, con un’anamnesi completa relativa alla situazione clinica attuale del paziente e alla sua storia clinica passata, con riguardo a malattie passate, malattie presenti in famiglia, eventuali farmaci presi ed analisi di disturbi passati o presenti, considerando tutti gli aspetti clinici. La visita epatologica prosegue poi con una palpazione accurata della zona addominale (stomaco, fegato, cistifellea e vie biliari, intestino). Se vengono riscontrati problemi specifici o se lo specialista vuole fare altre verifiche, possono essere richiesti esami clinici di approfondimento.

    IMG_2886.jpg?fit=1200%2C900&ssl=1

    LE PRINCIPALI MALATTIE EPATICHE

    Le malattie epatiche più frequenti sono le epatiti di vario genere; l’epatite è una malattia che consiste in una infiammazione del fegato e la distruzione delle sue cellule. Di conseguenza, il fegato non riesce ad espletare più le sue funzioni, in particolare non è più in grado di eliminare la bilirubina che, accumulandosi nel sangue, provoca ittero.

    STANDARD DI PRESTAZIONE: 30min.

    PRENOTA / RICHIEDI INFORMAZIONI

    SERVIZI CORRELATI

    Si procede con l’esame obiettivo ovvero con la valutazione fisica dell’addome del paziente attraverso i sensi, vista, udito e tatto con specifiche manovre manuali.


    La Visita Proctologica mira al riconoscimento delle patologie (infiammatorie, vascolari e/o neoplastiche) del tratto terminale dell’intestino (retto e ano).


    La nostra offerta si articola su tre “pacchetti” di esami di laboratorio: due gastroenterologici (di differente ampiezza) e uno epatologico.


    L’esofagogastroduodenoscopia (EGDS) è un esame fondamentale per la diagnosi di alcune malattie del tratto digerente superiore.


    L'Urea Breath Test è un metodo rapido, specifico, sensibile, non invasivo per valutare la presenza del batterio Helicobacter Pylori nella mucosa gastrica.


    Il campionamento del gas si effettua prima dell'assunzione del lattosio e ogni 30 minuti (per 4 ore) dopo l'assunzione della soluzione.


    Il breath test al lattulosio è un esame che si esegue sull’espirato e che consente di valutare la sovracrescita batterica del piccolo intestino e il tempo di transito orocecale.


    L’esame RX dell’apparato digerente è un’indagine che consente uno studio morfologico nonché dinamico/funzionale delle strutture del canale alimentare.


    Radiologica Romana

    DIRETTORE SANITARIO
    DOTT. MAURIZIO MONTICELLI

    © 2013 - Radiologica Romana S.r.l.
    Tutti i diritti riservati - REA 427743
    C.F. n. 03168260580 - P.IVA n. 01166491009
    Informativa sulla Privacy
    Termini e condizioni

    Credits: Agenzia Web Roma Mandarino adv
    ASSISTENZA ON-LINE