• DIAGNOSTICA PER IMMAGINI

    ELASTONOGRAFIA

    L’elastonografia è una metodica che consente di valutare la quantità di tessuto fibroso presente in un determinato tessuto. E’ utilizzabile in tutti i distretti corporei, ma trova attualmente la sua maggiore utilità nello studio del fegato, della mammella e della tiroide. L’elastonografia può essere eseguita con varie metodiche; la più completa si chiama Fibroscan, che consente una valutazione qualitativa e quantitativa del tessuto fibroso ed è utilizzata per lo studio del fegato.

    COME FUNZIONA L’ELASTONOGRAFIA

    Nel nostro centro si esegue la valutazione “qualitativa” che consente una prima stima, sia pure soggettiva, della presenza di tessuto fibroso. Questo esame pertanto può essere utile in molti casi per escludere esami più invasivi o suggerire quale sia il miglior iter diagnostico successivo da seguire.

    COME PREPARARSI ALL’ELASTONOGRAFIA

    In caso di elastosonografia del fegato è richiesto il digiuno di 8 ore. Negli altri distretti corporei, non occorre preparazione.

    SERVIZI CORRELATI

    L’ecografia alle anche del neonato permette in modo molto accurato di escludere nel bambino l’eventuale presenza di una malformazione congenita chiamata lussazione (o displasia) congenita dell’anca.


    L’ecografia vasi addominali e l’ecocolordoppler vasi addominali consentono lo studio dell’aorta, della vena porta e dei suoi rami (vena splenica e vena mesenterica), della vena cava, del tripode celiaco, dell’arteria mesenterica e dei vasi renali.


    L’ecografia splenica, o ecografia della milza, esplora la milza e le strutture vascolari circostanti.


    Radiologica Romana

    DIRETTORE SANITARIO
    DOTT. MAURIZIO MONTICELLI

    © 2013 - Radiologica Romana S.r.l.
    Tutti i diritti riservati - REA 427743
    C.F. n. 03168260580 - P.IVA n. 01166491009
    Informativa sulla Privacy
    Termini e condizioni

    Credits: Agenzia Web Roma Mandarino adv
    ASSISTENZA ON-LINE chat