• 0Cardiotocografia – Monitoraggio in Gravidanza
    VISITE SPECIALISTICHE

    Cardiotocografia – Monitoraggio in Gravidanza


    int(0) NULL

    La cardiotocografia, il cosiddetto monitoraggio, è un esame semplice e non invasivo utile per valutare lo stato di salute del feto nelle ultime settimane di gestazione.

    Per quanto possa essere eseguito precocemente, di norma la sua esecuzione è raccomandata a partire circa dalla 37° settimana. Salvo indicazioni specifiche, si ripete l’esame una volta alla settimana fino all’insorgere del travaglio.

    Come si svolge l’esame?

    Lo strumento utilizzato è dotato di due sonde che vengono appoggiate sull’addome della donna. La prima è una sonda ad ultrasuoni, come quella dell’ecografo, e serve a rilevare il battito cardiaco fetale.

    Sarà il medico specialista o l’ostetrica a trovare il punto ideale dove applicarla in base alla posizione del feto. L’apparecchio traduce le variazioni del battito in un grafico, che viene stampato in forma cartacea. La seconda sonda serve invece a misurare intensità e frequenza delle contrazioni uterine. Si applica in corrispondenza del fondo uterino mediante apposita fascia. Il sensore registra le variazioni di pressione della parete addominale dovute alle contrazioni. Questi dati vengono tradotti contemporaneamente al precedente in un grafico che viene disegnato al di sotto di quello relativo all’attività cardiaca. L’indicazione del benessere fetale non deriva tanto dalla misurazione istantanea del suo battito, quanto dall’osservazione nel tempo delle variazioni della frequenza cardiaca.

    Quanto dura l’esame?

    Ogni sessione di monitoraggio ha una durata minima di 20 minuti.

    E’ possibile che in questo lasso di tempo il feto sia addormentato e la frequenza risulti pertanto più regolare e monotona rispetto allo stato di veglia. In questi casi si attende qualche minuto che il piccolo si svegli, oppure si tenta di ridestarlo con un delicato massaggio sulla pancia materna o somministrando alla donna una bevanda zuccherata.

    STANDARD DI PRESTAZIONE: 50min.

     

    SERVIZI CORRELATI

    Durante la gravidanza è consigliabile l’esecuzione di almeno tre esami ecografici da effettuarsi rispettivamente nel primo, nel secondo e nel terzo trimestre.


    Il Thin-Prep è un test di screening la cui funzione principale è indagare sulle alterazioni delle cellule del collo e della cervice dell’utero.


    Il Test PrenatalSAFE® è sicuro per la madre e per il feto,eseguito mediante un semplice prelievo ematico della gestante, con un età gestazionale di almeno 10 settimane.


    Radiologica Romana

    DIRETTORE SANITARIO
    DOTT. MAURIZIO MONTICELLI

    © 2013 - Radiologica Romana S.r.l.
    Tutti i diritti riservati - REA 427743
    C.F. n. 03168260580 - P.IVA n. 01166491009
    Informativa sulla Privacy
    Termini e condizioni

    Credits: Agenzia Web Roma Mandarino adv
    ASSISTENZA ON-LINE